Vit.En

Progettazione

Progettazione del nuovo vigneto

Il nuovo vigneto bisogna “pensarlo” e “vederlo” in funzione di quello che c’era prima, di come sono i vigneti circostanti, di come e cosa si vorrebbe migliorare per arrivare al miglior risultato. Salvo casi del tutto particolari l’obiettivo non è quello di fare un vigneto che incuriosisca perché completamente innovativo, ma di realizzare un impianto funzionale (facilmente lavorabile sia a mano che a macchina), economico, produttivo ai livelli prefissati, duraturo. Le scelte sono tante e, in buona parte, verranno trattate nei paragrafi successivi.

Ricerca per Tag: Progettazione

I portinnesti della vite 420A

di Sozzani F., Morando A., Lavezzaro S.Millevigne n. 5 2007Caratteristiche e interazioni con le diverse cultivar del portinnesto 420A

I portinnesti della vite Kober 5BB

di Sozzani F., Morando A., Lavezzaro S.Millevigne n. 3 2007Si descrive il portinnesto Kober 5BB utilizzato prevalentemente nel Centro-Nord dell'Italia.

Il vigneto inossidabile.

di Albino Morando e Fabio Sozzanida Oicce n. 35 del 2001L'acciaio inossidabile è ormai diventato la principale materia prima nell'impianto del vigneto, non solo per pali e fili metallici, ma in tutta una serie di indispensabili accessori.

Meccanizzazione del vigneto: il 10-20% della superficie serve per le manovre

Di Claudio Corradi Da Vitenda 2012. Con una meccanizzazione sempre più diffusa e macchinari ingombranti si espone il rapporto tra superficie vitata e spazi di manovra necessari ad una circolazione agevole nel vigneto.

Piantare un nuovo vigneto. Tutti i costi da sostenere.

Simone Lavezzaro, Albino Morando Da L'informatire agrario, 2017, 73 (40) Si affrontano le prime fasi dell'impianto di un nuovo vigneto, con particolare riguardo all'estirpo della vecchia vigna.

BIOVITIENOLOGIA... o no? Estratto 2

Due pagine dal volume di Vit.En. L'argomento trattato è " Le forme di allevamento"
Pagina: <<1
2