Vit.En

ENOLOGIA

La nutrizione azotata nel corso della fermentazione alcolica

Simone Lavezzaro Da Vitenda 2018 La nutrizione azotata è un elemento fondamentale perche la fermentazione alcolica abbia un innesco rapido e un'evoluzione costante e senza arresti indesiderati. La si affronta in tutti i suoi aspetti.

L'anidride solforosa in enologia è ancora indispensabile?

Elisa Martelli Da Millevigne, 2017, n.4, 32-37 Seconda puntata sull'uso di SO2 in enologia, focalizzato sulle fasi di conservazione del vino e imbottigliamento.

Il controllo qualità del legno per la produzione delle barrique

Alessandra Biondi bartolini Da Millevigne, 2017, n. 4, 28-31 Attualmente sono disponibili tecniche per la valutazione delle essenze arboree comunemente utilizzate nella produzione di vasi vinari in legno e dell'influenza che questi hanno sul vino.

Gli enzimi in enologia

Elisa Martelli Da Millevigne, 2017, n.2, 24-28 Gli enzimi agiscono da protagonisti nelle varie fasi della vinificazione: fase pre-fermentativa, chiarifica, estrazione, fino alla fase post-fermentativa, malolattica, miglioramento della [...]

Focus malolattica

Elisa Martelli Da Millevigne, 2017, n.1, 34-37 Dopo una breve storia e una precisa descrizione della fermentazione malolattica l'autrice spiega le cause delle mancate fermentazioni e degli arresti del processo, dovuti a molteplici fattori di [...]

Di che colore è un vino rosso?

Alessandra Biondi Bartolini Da Millevigne, 2017, n. 2, 30-33 L'autrice affronta il tema del colore dei vini rossi: quali le parti dell'acino da cui proviene, le fasi importanti per la sua estrazione e le tecniche per misurarne l'intensità.

Bianchi di tutti i colori

Alessandra Biondi Bartolini da Millevigne, 2017, n. 3, 22-24 Il colore dei vini bianchi non è certamente univoco, da varia dal giallo, al verde, all'arancio e i toni scuri non necessariamente implicano solo ossidazione e peggioramento [...]

Asti e Moscato d'Asti, la lunga storia

Lorenzo Tablino Millevigne, 2017, 2, 42-43 Una storia iniziata nel 1865 a Canelli, quella dell'Asti, allora noto come Moscato Spumante, primo spumante italiano prodotto con Moscato bianco, qui raccontata passo dopo passo. 

Abbiamo ancora bisogno dell'anidride solforosa in enologia?

Di Elisa Martelli Da Millevigne, 2017, n. 1, 26-30 Come controllare l'uso dell'SO2 a partire dalla raccolta e conferimento in cantina e nelle successive fasi della vinificazione.

Riduzione dell'uso di SO2 nelle prime fasi della vinificazione

Maria Tiziana Lisanti, Luigi Moio Da Vitenda 2018 Come diminuire l'uso di SO2 passo dopo passo, a partire dal vigneto, soprattutto in fase di raccolta dell'uva, quindi al conferimento e durante la fermentazione alcolica.
Pagina:
1
234567>>