Vit.En

Guyot

Guyot

Utilizzata da tempo, prende il nome da Jules Guyot che pubblicò un volume sulle forme di allevamento francesi. Forma molto diffusa per l’attitudine a produrre uve di alta qualità e perché si presta molto bene alla raccolta meccanica per scuotimento orizzontale. La forma classica prevede uno sperone di 1-2 gemme e un capo a frutto di lunghezza variabile. Il mantenimento si ottiene con i classici tre tagli: taglio del passato (eliminazione del capo a frutto dell’anno precedente), taglio del presente (taglio del tralcio più in alto sullo sperone che diventerà il nuovo capo a frutto) e il taglio del futuro (riduzione del tralcio più basso a due gemme che diventerà il nuovo sperone). Risulta difficile la meccanizzazione della potatura.

Ricerca per Tag: Guyot

Forme tradizionali d'allevamento della vite nelle Langhe e nel Monferrato

di Arnulfo C., Morando A.da Quaderni Vitic. Enol. Univ. di Torino n. 6 1982Si presentano i sistemi di allevamento più diffusi in Langa e Monferrato, sia nella tradizione che attualmente, con le relative problematiche di lavorazione.

La potatura della vite

Albino Morando, Simone Lavezzaro e Claudio Corradi Da Vitenda 2019 Un articolo che approfondisce il tema della potatura a 360°. in cui si toccanno si intrecciano tematiche tencico-scientifiche e pratiche. Sono inserite anche le [...]

Pergola e Guyot

Di Tomasi D., Battista F. Da Millevigne, 4 2014 Due forme di allevamento, Pergola e Guyot, sono state messe a confronto su Corvina in Valpolicella e Garganega nella zona di Soave, comparandone la gestione colturale e gli effetti sul vino.

Potatura del Nebbiolo

Di Cesare Intrieri, Gabriele Valentini, Gianluca Allegri Da Millevigne 4 2014 Si presenta una versione della potatura Guyot appositamente modificata e che include la degemmazione per una resa ottimale della varietà Nebbiolo.

Le ragioni dei padri

Di Gily Maurizio. Da Vitenda 2019. La riconversione delle tradizionali forme di allevamento verso modelli viticoli considerati più moderni non sempre ha dato buoni risultati, e alcuni produttori percorrono oggi il cammino inverso, in [...]