Vit.En

Nottue

Introduzione

Le nottue, propriamente chiamate, sono una famiglia di lepidotteri le cui larve in primavera si nutrono delle gemme in fase di apertura o dei germogli nei primi stadi di sviluppo. Di norma questi attacchi rappresentano un'avversità secondaria per la vite, poiché la loro intensità dipende soprattutto dal clima durante il periodo invernale. Infatti un inverno mite, come quello delle ultime annate, favorisce sia la comparsa e l'attività delle larve, sia un precoce germgliamento, rendondo le gemme sensibili agli attacchi. Le condizioni meteo maggiormente favorevoli sono quelle che prevedono un mese di febbraio-marzo con elevate temperature diurne unite ad un eventuale ritorno di freddo in fase di apertura delle gemme. In questa particolare casistica, le gemme in stadio cotonoso o di apertura in virtù delle temperature più fredde rallentano il loro sviluppo risultando così maggiormente suscettibili ad attacchi da parte delle larve. Pertanto come si può intuire questa problematica può essere più o meno incidente a seconda dell'annata, anche se però negli ultimi anni in alcuni areali vitivinicoli è diventata una costante.  

 

 

Ricerca per Tag: Nottue

Lepidotteri "minori" della vite in Italia

di Alberto Alma In Italia i lepidotteri ritenuti fitofagi “minori” sono una quindicina di specie appartenenti a nove famiglie. Seppur in numero ragguardevole raramente provocano danni seri alla viticoltura, ma possono comunque [...]

Prime esperienze di lotta alle nottue della vite in Piemonte con interventi chimici ed agronomici.

di Morando A., Gay G., Marenco G., Morando P.per Atti Giornate Fitopatologiche, 1994Alcuni insetticidi e due mezzi meccanici (zappatrice interceppi e spollonatrice) sono stati impiegati nella lotta alle nottue. Nel caso della spollonatrice si [...]

Germogli di vite rosicchiati da larve notturne.

di Albino Morando.Dalla rivista Bilancia 1976Metodi di lotta a nottuidi e geometridi.

La problematica delle nottue nei vigneti

Dal "Notiziario Tecnico" della Fondazione Fojanini di Sondrio VITE - Anno XXV - N. 4- del 16.02.2015 Si presenta il problema delle nottue e le possibili soluzioni a disposizione dei viticoltori Fondazione Fojanini Via Valeriana, 32 - [...]

Monitoraggio dei fitofagi del vigneto

Michele Vigasio Da Millevigne (2) 2016 Si elencano tutti i principali insetti potenzialmente nocivi per il vigneto, per i quali è indispensabile un attento monitoraggio al fine di non superare quella soglia, al di là della [...]

Le nottue del vigneto

Pietro Pensa e Stefano Ferro Da Vitenda 2019 Un articolo relativo ai lepidotteri nottuidi che a seconda delle annate e del clima possono o meno rappresentare un problema alla ripresa vegetativa. Nell'articolo sono indicati anche i [...]

Antropodi dannosi all'apparato fogliare della vite

Da Vitenda 2020 Federico Lessio, Renato Ricciardi, Andrea Lucchi, Alberto Alma. Un articolo che raccoglie e descrive in maniera esauriente tutti gli antropodi (insetti e acari) che possono arrecare un danno all'apparato fogliare della vite. 

Notizie su biologia, epidemiologia e difesa dei nottuidi in Piemonte

I nottuidi in annate particolare possono arrecare danni considerevoli con la distruzione di gemme e germogli.