Vit.En

Pali

Pali di metallo

Nel nostro Paese il palo metallico, noto fin dalla metà del 1800, ha conosciuto notevole diffusione solo negli ultimi trent'anni, rubando spazio al legno e soprattutto, al cemento. I motivi di tanto successo sono insiti nei vantaggi della profilatura a freddo che consente di ottenere sostegni robusti ma leggeri e muniti di asole, atte a di sorreggere i fili, e agevolare l'applicazione degli accessori quali traversine o distanziali a molla. Il sostegno metallico viene spesso identificato con il termine "ferro", non corretto perché sappiamo bene come tale elemento sia sempre accompagnato da altri, a formare una lega acciaiosa, in base alle caratteristiche della quale si possono avere diversi risultati a livello di resistenza e corrosione. Dal punto di vista pratico le leghe impiegabili in vigneto sono l'acciaio ferroso (detto anche carbonioso), l'acciaio Cor-ten e l'acciaio inossidabile. (TIPOLOGIE DI ACCIAIO)

La profilatura è l'operazione che conferisce forma al sostegno. I tipi di profilatura sono essenzialmente due: a caldo, da cui si ottengono forme a "T", "L", "C" e loro varianti e la profilatura a freddo con la quale si possono ottenere svariate forme sagomate e la "foggiatura" a tubo.

Si veda l'articolo "L'Inox in vigneto" da VQ n. 4 del 2012

Ricerca per Tag: Pali

Le testate del vigneto

di Albino Morando, Sergio LemboLa solidità della testata è sempre una prerogativa irrinunciabile per la stabilità della struttura del vigneto, maggior ragione se la vendemmia è meccanica.Per gentile concessione de [...]

Tecniche per aumentare la durata dei pali di legno

di Sergio Lembo Si descrivono le pratiche più comuni adottate per aumentare la durata dei pali di legno per il sostegno delle viti, a seconda anche del tipo di legno impiegato. Si tratta comunque di operazioni che vanno eseguite da [...]

Pali metallici per il vigneto.

di Morando A., Lavezzaro S.Millevigne n. 1 2008 Caratteristiche, vantaggi e svantaggi dei pali da vigneto in acciaio carbonioso ed acciaio inox.

Il vigneto inossidabile.

di Albino Morando e Fabio Sozzanida Oicce n. 35 del 2001L'acciaio inossidabile è ormai diventato la principale materia prima nell'impianto del vigneto, non solo per pali e fili metallici, ma in tutta una serie di indispensabili accessori.

La struttura del vigneto pali, fili e accessori

di Morando A., Lembo S., Prandi M.Terra e Vita n. 42 2000caretteristiche e funzionalità dei sostegni utilizzati per l'impianto del vigneto.

Legature della vite ai sostegni

Morando A., Lembo S., Valagussa P. L'Informatore Agrario (17) 2000 Vengono esposti materiali tradizionali di origine vegetale e legacci sintetici o metallici adatti ad assicurare la vite ai sostegni