Vit.En

Poliaccoppiati

Produzione

Il poliaccoppiato è costituito da due strati interni di polietilene, che garantisce l’inerzia chimica nei confronti del vino. Segue un sottilissimo strato di alluminio (appena 1,5 g di peso in un contenitore da un litro), essenziale per l’effetto barriera nei confronti dell’ossigeno. Un terzo film, di polietilene, fa da collegamento con il cartone, la parte più consistente della struttura (circa l’80%) che svolge l’azione meccanica di rinforzo e si presta alla stampa per la necessaria personalizzazione, possibile sui quattro lati principali. La protezione finale esterna è data da un quarto sottile film, sempre di polietilene.

Ricerca per Tag: Poliaccoppiati

Le scelte per il confezionamento. Corriere Vinicolo n. 27 1996

Bottiglie di vetro e contenitori di nuova generazione (poliaccopiati, bag in box, fusti e lattine).

I contenitori del vino alternativi al vetro

di Simone Lavezzaro, Stefano Gozzelino, Davide Morando Da Vitenda 2014 Estratto dal libro "Contorni del vino" di Viten ecco un sunto sui principali contenitori per vino alternativi al vetro: bag-in-box- kegs, lettine, poliaccoppiati.