Vit.En

Potatura verde

Introduzione

Le piante gestiscono la loro vegetazione in modo autonomo, mirato ad esporre alla luce il massimo della superficie fogliare.
La natura sarmentosa della vite e le nostre esigenze in fatto di spazi occupati e di meccanizzazione richiedono che sia il viticoltore a gestire la chioma. Il risultato, però, deve essere come se a decidere fosse la vite: distribuzione uniforme della vegetazione e della produzione senza ammassi, che ostacolano il passaggio della luce e dell’aria, e senza sprechi di spazio.
Gli interventi in verde si possono effettuare dal germogliamento a poco prima della raccolta. Nel tempo, l’esperienza ha suggerito le operazioni più appropriate e la ricerca in questo campo è incessante perché si vuole sapere quando è il momento più opportuno per intervenire e con quali modalità ed intensità, con particolare riferimento alla meccanizzazione. La potatura verde può risultare l’operazione in assoluto più onerosa per la coltivazione del vigneto, richiedendo, quando è esclusivamente manuale, fino a 200-300 ore/ettaro.

Cliccando sul simbolo [+] nella sezione precdente si possono trovare descritte le singole operazioni di potatura verde.

Ricerca per Tag: Potatura verde

SFOGLIATURA DELLA VITE E ANDAMENTI CLIMATICI

di Silvia Guidoni La sfogliatura della vite è una pratica colturale diffusa da molto tempo, soprattutto nelle aree viticole più settentrionali. Essa consiste nell’eliminazione di foglie e/o femminelle dalla zona fruttifera [...]

EFFETTO DIRADANTE DEI FITOREGOLATORI: ESPERIENZE CONDOTTE IN TRENTINO

di Roberto Lucin, Francesco Fellin, Maurizio Bottura  L’obiettivo del viticoltore è quello di produrre uva sana e ben matura, con minimi residui di antiparassitari e che rientri nei limiti produttivi [...]

Difesa indiretta della vite

Albino Morando, Stefano Gozzelino, Simone Lavezzaro, Davide Morando, Stefano Ferro Da Vitenda 2011 Vi sono vari modi per contrastare l'insorgenza delle ampelopatie più comuni: tra queste una corretta gestione delle pratiche [...]

Accorgimenti tecnici negli interventi in verde per il miglioramento qualitativo del Moscato

di Bovio M., Gay G., Morando A.da Quaderni Viticol. Enologia Università Torino n. 17 1993Prove di cimatura, sfogliatura e sfemminellatura sono state eseguite nel biennio 1991-92 in 13 aziende con vigneti coltivati a Moscato bianco.

Confronto tra interventi di diradamento e spuntatura dei grappoli all'allegagione e all'invaiatura.

di Morando A., Gerbi V., Minati J.L., Novello V., Eynard I., Arnulfo C., Taretto E., Minetti G.Vignevini n. 7-8 1991Prove ripetute negli ambienti e nel tempo hanno puntato a individuare interventi che mirino a qualità di eccellenza [...]

Prove di diradamento manuale dei grappoli sulla vite di Nebbiolo

di Eynard I., Morando A., gerbi V., Minetti G.da Piemonte Agricoltura, gennaio 1993Il progetto di ricerca quadriennale aveva lo scopo di fornire indicazioni ai viticoltori dell'Albese e Roero sulla pratica del diradamento.

Spollonatura chimica del vigneto. Due anni di esperienze

di Lavezzaro S., Morando A., Ferro S.Per Atti Giornate Fitopatologiche  2012Negli anni 2009 e 2010 è stata condotta una prova di  spollonatura chimica di tre vigneti coltivati a Moscato bianco, Barbera e Chardonnay valutando [...]

Diserbo e spollonatura in vigneto con un unico intervento.

di Lembo S., Prandi M., Morando A., per Atti Giornate Fitopatologiche vol.1, 2002prove di diserbo nel sottofila condotte su due vigneti di Moscato e Barbera in periodi diversi, unendovi un effetto spollonante con uso di glufosinate ammonio.

Effets de techniques différentes pour la maitrise des rendements, Gescom 1995

Gli effetti delle tecniche chimiche, meccaniche o manuali per il controllo della resa (in rapporto a vini di qualità) necessitano studi approfonditi.
Pagina:
1
2>>