Vit.En

L'annata viticola 2009

di Fabio Sozzani, Albino Morando

Quest'ultima annata appena conclusa è stata quasi sempre buona o ottima per l'uva, meno per i prezzi. In cantina c'è del buon vino e, almeno i viticoltori che trasformano in proprio, pur nelle difficoltà di questo tempo, se hanno lavorato bene negli anni passati, continuano ad avere clienti affezionati che consentono alle aziende di tirare avanti ... in attesa di tempi migliori. Il nostro scopo, però,  non è quello di fare considerazioni economiche, ma tecniche, concentrandoci sull'andamento del "Vigneto Italia" nella stagione appena trascorsa dal punto di vista della difesa fitosanitaria. Sia chiaro: sappiamo benissimo
che ogni vigna, talvolta una sola parte della stessa (A), ha avuto una storia a sé stante che rende rischiosa ogni generalizzazione, però a grandi linee si possono fornire indicazioni, utili soprattutto negli anni a venire per ricordare, mettere a confronto e, nel possibile, trarre spunti per migliorare.
Il proverbio "un'annata insegna a sbagliare nella successiva", di per sé poco confortante, fornisce comunque una indicazione sicura: in agricoltura è difficile fare previsioni a lungo termine. Spesso, occorre valutare ogni situazione sul momento e prendere decisioni immediate, per adeguarle al mutare delle condizioni.