Vit.En

Altre tignole

Ephestia unicolorella woodiella

L’inverno è trascorso dalla specie in un bozzolo sulle porzioni legnose della vite o sui pali di sostegno. Le larve di Efestia vengono trovate all’interno del grappolo a partire dall’invaiatura. L’attività trofica si svolge su frutti già compromessi, rendendo quindi i suoi danni trascurabili, consistenti al massimo in rosure superficiali dell’acino da parte delle larve. Per questo motivo non si attuano specifiche misure di controllo.

Ricerca per Tag: Altre tignole

Carpofagi della vite: aggiornamenti flash.

Di Enrico MarchesiniVitenda 2013Una chiara iconografia e grafici sulle curve di andamento della diffusione dei principali lepidotteri dannosi per la vite, in particolare la tignoletta.

Agroambiente vigneto: nuove acquisizioni per la gestione dei lepidotteri carpofagi

Renato Ricciardi, Francesca Cosci, Andrea Lucchi. Da Vitenda 2019. Lo scopo di questo articolo è mettere in evidenza la fisiologia e la diffusione le specie di lepidotteri più pericolose per la produzione viticola italiana e [...]