Vit.En

Altre tignole

Ephestia unicolorella woodiella

L’inverno è trascorso dalla specie in un bozzolo sulle porzioni legnose della vite o sui pali di sostegno. Le larve di Efestia vengono trovate all’interno del grappolo a partire dall’invaiatura. L’attività trofica si svolge su frutti già compromessi, rendendo quindi i suoi danni trascurabili, consistenti al massimo in rosure superficiali dell’acino da parte delle larve. Per questo motivo non si attuano specifiche misure di controllo.

Ricerca per Tag: Altre tignole

Carpofagi della vite: aggiornamenti flash.

Di Enrico MarchesiniVitenda 2013Una chiara iconografia e grafici sulle curve di andamento della diffusione dei principali lepidotteri dannosi per la vite, in particolare la tignoletta.

Agroambiente vigneto: nuove acquisizioni per la gestione dei lepidotteri carpofagi

Renato Ricciardi, Francesca Cosci, Andrea Lucchi. Da Vitenda 2019. Lo scopo di questo articolo è mettere in evidenza la fisiologia e la diffusione le specie di lepidotteri più pericolose per la produzione viticola italiana e [...]

Antropodi dannosi all'apparato fogliare della vite

Da Vitenda 2020 Federico Lessio, Renato Ricciardi, Andrea Lucchi, Alberto Alma. Un articolo che raccoglie e descrive in maniera esauriente tutti gli antropodi (insetti e acari) che possono arrecare un danno all'apparato fogliare della vite. 

Tignola rigata su uva da vino, cresce l'attenzione al Sud

Da Informatore Agrario, 40 (74). Di Carlomagno A., Mastropirro A., Fioretti M. Un articolo che dimostra la maggior suscettibilità dei grappoli compatti a subire attacchi da parte di tignola rigata rispetto ai grappoli [...]