Vit.En

Ricerca per Tag: Fitotossicità

EVOLUZIONE DEI PRINCIPI ATTIVI ANTIODICI

di Lorenzo Lelli, Mauro E. M. D'ArcangeloL’oidio della vite è stato segnalato per la prima volta nel 1845 in Inghilterra dal giardiniere Tucker su viti allevate in serra. La prima segnalazione in Italia risale al 1849 [...]

Effetti collaterali sui fitoseidi (Typhlodromus Pyri) di Antiodici impiegati in vigneto

di Paolo Morando, Albino Morando, Dino Bevioneda Informatore Agrario numero 18 del 1992La crescente aggressività del mal bianco della vite porta ad un impiego ripetuto degli antioidici (fino a sei interventi annui). E' parso quindi [...]

CONVEGNO - Rame e prodotti alternativi

26 Febbraio 2010 ore 8.00 Aula Magna, Facoltà di Agraria, Università Politecnica delle Marche Ancona In allegato volantino con programma Per ulteriori informazioni Gianfranco Romanazzi Plant Pathologist Marche Polytechnic University [...]

VIDEOVITIS - Corso VIT.EN. di un giorno

VIDEO - VITIS L’obiettivo è quello di far scorrere, dall’inverno all’autunno, una serie di immagini che si riferiscono a situazioni anomale della vite. Si partirà con i sintomi riscontrabili sul ceppo e sul legno, poi quelli al [...]

VIGNA IN TASCA - Sintomi della vite

Estratto dal nuovo libro edito dalla Vit.En.  VIGNA IN TASCA per acquistare inviare mail a info@viten.net

Proteggere il vigneto per produrre qualità. Corriere Vinicolo n. 12 1996

Peronospora, oidio, botrite sono malattie fungine che vanno combattute con un uso razionale dei fitofarmaci per evitare residui nel vino che ne compromettano la qualità.

Accorgimenti per limitare gli eventuali effetti collaterali indesiderabili dei trattamenti insetticidi contro le tignole della vite

di Albino Morando, Valter Bosticardo, Carlo Alibertida Informatore Agrario 18 (1987)Gli insetticidi impiegati per controllare le larve delle tignole della vite sono stati spesso accusati di essere i responsabili di pericolose pullulazioni di [...]