Vit.En

vasche di cemento

Rivestimenti

Le cessioni si riducono in modo considerevole se le pareti sono ricoperte di tartrati depositati dal vino (inerti nei confronti del contenuto), che vanno gestiti con attenzione per non asportarli del tutto. Occorre anche evitarne l’inspessimento, che porta alla formazione di bolle, entro le quali il vino inacetisce rovinando poi l’intero contenuto.

Già nel 1883 Giacomo Borsari aveva brevettato un sistema di protezione delle pareti interne costituito da lastre di vetro messe in opera con appositi mastici alimentari antiacidi. Ancora oggi, eccezionalmente, si impiegano vasche così protette, ma la loro gestione è quanto mai delicata.

Il rivestimento più adatto, oggi il più diffuso, è quello con resine epossidiche che vanno applicate a freddo su una superficie nuova (rifinitura a frattazzo) o accuratamente pulita e sabbiata per facilitare l’ancoraggio della resina. Questa consente una discreta durata, se gestita con molta attenzione (pericolosi i getti delle idropulitrici) e se le pareti della vasche non hanno problemi di umidità. In questo ultimo caso la durata è così limitata da sconsigliare il rivestimento.

Ricerca per Tag: vasche di cemento

I contenitori nell'industria enologica. Corriere Vinicolo n. 20 1993

Vantaggi e svantaggi dei materiali impiegati per la fabbricazione dei contenitori enologici.

Indagine sulle tipologie e la consistenza dei vasi vinari.

di Bevione D., Morando A., Taretto E.da Vini d'Italia VI 4 1990Si tratta di un "censimento" dei vasi vinari più diffusi in Piemonte. Dalle botti e barrique, l'acciaio inox, il cemento al PRFV.

Novità enologiche Vitenda 2015

Da Vitenda 2015 uno spazio dedicato alle moderne tecnologie applicate alla produzione e al confezionamento del vino. Bag in box "innalzabile", un vaso vinario in cemento dalla forma inconsueta e una pigiatrice intelligente.

1963-2003: Quarant'anni di progressi delle macchine enologiche.

Di Albino Morando ed Ernesto Taretto.Per i 40 anni del SIMEI gli autori ripercorrono il cammino compiuto dalla tecnologia in tema di macchine ed impiantistica enologica. Pigiatura, contenitori per la macerazione, pompe, macchine refrigeranti, [...]

Il ritorno del cemento

Di sara Cabrele Da Millevigne 3 2014 Si assiste, anche in Italia, al ritorno in auge delle vasche in cemento, soppiantate negli anni '80 dall'acciaio.

Materiali porosi e sanificazione

Di Alessandra Biondi Bartolini Da MIllevigne 3 2014 Il ritorno del cemento nella costruzione di vasi vinari è affiancato da terracotta e materiali simili che hanno in comune la porosità. Come affrontare il tema della sanificazione.

Serbatoi in cemento, PRFV e anfore di terracotta, pregi e difetti.

Simone Lavezzaro, Albino Morando Da L'Informatore Agrario, 73 (27) suppl. 33-37 Uno sguardo, a cura di VitEn, sulla realtà attuale dei vasi vinari. Materiali caduti in disuso, soppiantati dall'acciaio, stanno tornando in auge come le [...]

Affinamento: attrezzature e costi

Di Lavezzaro Simone e Bruno Marco. Da Vitenda 2019   Un articolo che analizza i costi in cantina necessari all'ottenimento della bottiglia di vino. In questa occasione riguarda l'affinamento.