Vit.En

CLIMA E FENOLOGIA DI CORVINA E GARGANEGA

di Vittorio Zandonà, Giovanni Battista Tornielli, Maurizio Boselli

I cambiamenti climatici registrati negli ultimi decenni sono ormai difficili da negare. La ridotta disponibilità idrica è considerato uno dei principali fattori limitanti la produttività delle colture agrarie e molte aree possono già essere considerate ora semiaride. Lo stress idrico determina nella vite bassa produttività, perdita di qualità e spesso mette a rischio la sopravvivenza stessa del vigneto. In molte aree non solo del Centro-Sud Italia, ma anche nel Nord le piogge annuali sono ridotte a circa 400-450 mm all’anno, prevalentemente autunnali, con scarso contributo alla nutrizione idrica del vigneto durante il periodo estivo.