Vit.En

Spumanti rifermentati in bottiglia

Introduzione

Le rifermentazioni in recipienti chiusi avvengono da sempre, quindi i vini leggermente frizzanti erano sicuramente già noti nei secoli passati, ma la mancanza di un contenitore veramente adatto qual’è poi stato la bottiglia chiusa con tappo di sughero ha fatto rimandare la produzione dei vini spumanti alla fine del XVII secolo quando il famoso abate Dom Perignon portò ad un livello artigianale una tecnica che sicuramente era già attuata.

Ricerca per Tag: Spumanti rifermentati in bottiglia

SPUMANTI DOC e NON DOC: Valore all'origine e valore al consumo

IV° SIMPOSIO TECNICO VINI SPUMEGGIANTI  Valdobbiadene, 4 maggio 2009 Attualità e Futuro. Ecco i temi del 4° Simposio Tecnico Nazionale del Forum Spumanti&Bollicine 2009. Dopo la Docg del Prosecco di Valdobbiadene e Conegliano e [...]

VINI SPUMANTI: Impatto aromatico, varietà e territorio

di Dora Marchi I vini di Champagne hanno costituito un modello per gli spumanti di qualità che si producono in tutte le zone vitivinicole del mondo. Essi vengono elaborati a partire da varietà precoci,  soprattutto Pinot [...]

Bollicine mon amour

Di Lorenzo Tablino Storia del perlage e tecnica di formazione delle amate bollicine con tutti gli elementi che intervengono nella loro formazione. Segue il metodo per una loro valutazione sensoriale e consigli per il giusto bicchiere da [...]

Spumante sui lieviti

Michele Antonio Fino Da Millevigne, 3 2015 Vi è un tipo di Prosecco fermentato in bottiglia "sui lieviti" senza sboccatura, che vanta antica tradizione, e viene definito "frizzante" e non spumante.