Vit.En

Coltivazione

Introduzione

Quasi sicuramente la vite è stata la prima arborea coltivata, in quanto per le altre arboree da frutto (fico, noce, drupacee, ecc. ) ci si limitava all’impianto ( a volte erano spontanee) e alla raccolta dei frutti. La coltivazione inizia col scegliere la varietà voluta, propagarla in un appezzamento (il temine “vigna” è antichissimo) quindi effettuare tutte quelle operazioni ritenute utili a migliorare quanti-qualitativamente la produzione. Nel caso del vigneto l’insieme di queste operazioni costituisce un impegno notevole (da 2000 a 100 ore/Ha, mediamente 600-300) che richiede fatica e professionalità. Non a caso il vignaiolo era ed è una figura importante perché spesso riunisce in sé molteplici figure economiche (contadino, imprenditore, tecnico, commerciante, amministratore). Nei secoli, nei diversi ambienti in cui la vite viene coltivata, le tecniche di gestione del vigneto si sono evolute, affinate, differenziate, modificate, a volte con il ritorno all’antico anche per non inficiare il proverbio che dice: “quello che è stato torna”. Il risultato è la convivenza di soluzioni anche molto diverse, talvolta in apparente antitesi, comunque tali da portare, sia pure per strade anche molto diverse, a risultati positivi ed economicamente accettabili. E, quello che in un determinato momento può sembrare da buttare, al punto che i vigneti vengono abbandonati, non esclude che a distanza di anni (a volte pochi, a volte secoli), consenta il ritorno di una florida viticoltura. Tutto questo fa si che sia molto difficile descrivere quello che si dovrebbe fare per coltivare bene un vigneto. Noi ci proveremo, cercando di indicare le tecniche più collaudate e correnti, ma ben lieti di inserire particolarità e eccezioni che magari ci verranno segnalate, purché documentate e verificabili. Visto che il vino, in maniera indiscussa, è considerato fonte di inspirazione, è più che comprensibile che i primi ad essere inspirati siano i vitic(o)ultori), progettando, sperimentando e attuando sempre nuove (o vecchie) possibilità di coltivazione della vite.

Ricerca per Tag: Coltivazione

13° CONGRESSO UVA DA TAVOLA

12 Febbraio ore 15.00 Aula Magna della Libera Università Mediterranea Baricentro S.S. 100 Bari - Taranto, km 18 CASAMASSIMA (BARI) Organizzato da Mario Colapietra del CRA - Unità di ricerca per l'uva da tavola e la vitivinicoltura in [...]

GESTIONE INTEGRATA DEL VIGNETO - Conclusioni

La seconda edizione del corso di approfondimento "GESTIONE INTEGRATA DEL VIGNETO Quattro giorni full immersion volti ad ottimizzare i risultati per il viticoltore, l'ambiente, la vite e il vino" si è appena conclusa, ed è tempo di [...]

CONVEGNO - Come recuperare efficienza lungo la filiera del biologico

21 Maggio 2010 Ore 11.00 Agriturismo LA LUPA - Via Cassola di Sopra, Località Piumazzo CASTELFRANCO EMILIA (MO) il Corsorzio "IL BIOLOGICO" organizza un seminario su "Biologico: dalla produzione al consumo. Come recuperare efficienza lungo [...]

SFOGLIATURA DELLA VITE E ANDAMENTI CLIMATICI

di Silvia Guidoni La sfogliatura della vite è una pratica colturale diffusa da molto tempo, soprattutto nelle aree viticole più settentrionali. Essa consiste nell’eliminazione di foglie e/o femminelle dalla zona fruttifera [...]

NUOVE OPPORTUNITA' DI MISURA DELLA QUALITA' DELL'UVA

La valutazione della qualità dell’uva riguarda, oltre che la determinazione di parametri analitici di routine legati ad aspetti del metabolismo primario della pianta, quali il tenore in zuccheri, in acidi ed il [...]

EFFETTO DIRADANTE DEI FITOREGOLATORI: ESPERIENZE CONDOTTE IN TRENTINO

di Roberto Lucin, Francesco Fellin, Maurizio Bottura  L’obiettivo del viticoltore è quello di produrre uva sana e ben matura, con minimi residui di antiparassitari e che rientri nei limiti produttivi [...]

DIFESA INDIRETTA DELLA VITE

Ogni individuo vivente, in base ad una serie di fattori (genetici, ambientali, nutrizionali, climatici, età, ecc.) risulta più o meno sensibile alle malattie, e la vite, ben nota come pianta rustica di grande [...]

Vitenda 2012 - ANNATA VITICOLA 2011

di Simone Lavezzaro, Albino MorandoCome ogni anno, l'articolo introduttivo di Vitenda presenta un quadro generale sulla campagna 2011 appena conclusa in Italia, con particolare riferimento all'andamento climatico e all'andamento delle maggiori [...]

Spollonatura e pulizia sottofila limitano il legno nero della vite

di L. Picciau, S. Lavezzaro, A. Morando, A. Cesano. D. Cuttini. M.A. Saladini. A. Almada Informatore Agrario numero 25/2010Le prove svolte in Piemonte dal 2007 al 2009 permettono di affermare che la spollonatura e la pulizia del sottofi lare [...]

Comportamento di potature invernali diverse su viti gravemente danneggiate da una grandinata estiva

di Franco Aimasso, Albino Morandoda Informatore Agrario 1981A seguito di una grandinata disastrosa, oltre alla perdita pressoché totale del prodotto dell'anno, sussiste il rischio di compromettere il raccolto successivo a causa delle [...]
Pagina: <<234
5
678>>