Vit.En

Malerbologia

Cos'è la malerbologia?

La malerbologia è una disciplina apparentemente semplice poiché si occupa di studiare e di gestire le piante infestanti su una determinata coltura. Tuttavia le cosidette "malerbe", da un punta di vista propriamente botanico, e non agronomico, sono da considerarsi specie botaniche a tutti gli effetti, rientrando all'interno di precise famiglie botaniche con proprie caratteristiche e appartenendo al mondo della biologia vegetale; indipendentemente dal ruolo positivo o negativo assunto nei confronti delle attività umane.

Questo concetto assume particolare importanza, perchè ci permette di affermare e di comprendere il processo, ancora in evoluzione, con cui l'uomo ha cominciato a coltivare determinate specie botaniche adattandole alle sue esigenze, e plasmando il paesaggio in specifici agroecosistemi; e al tempo stesso a trascurare altre piante, prive di qualità per l'uomo, che hanno assunto la valenza di "piante indesiderate" o comunemente malerbe.

Questo discorso, ci permette di capire l'intimo rapporto esistente tra le attività umane e le malerbe; infatti se si separano questi concetti, le malerbe non si identificano più come tali ma come semplici specie botaniche in quanto la loro esistenza non è più interconessa con quella antropica.   

Pertanto esse sono parte integrante di un ecosistema, convivendo e adattandosi ai suoi cambiamenti, e acquisiscono  la valenza di piante indesiderate o propriamente malerbe all'interno di un agroecosistema, ossia di un ecosistema modificato dall'attività agricola in cui si coltiva una specifica pianta (vigneti).

La malerbologia si può definire come la disciplina che si occupa delle malerbe, ossia piante che danneggiano le attività dell'uomo (produzione agricola) o che limitano il valore funzionale ed estetico delle sue opere (strade, ponti, aree archeologiche...)

Pertanto è una scienza che studia le malerbe dal punto di vista biologico ed ecofisiologico, il loro effetto sulle attività umane, agricole in particolare, il ruolo all'interno dell'agroecosistema e i mezzi di controllo.

Quindi per studiare e conoscere questa disciplina ci si circonda di conoscenze derivanti sopratutto dalla botanica, dall'ecologia, dall'agronomia, dalla chimica, dalla biochimica, dalla genetica, dalla fisiologia e dall'ecotossicologia. Tali conoscenze giungono, nella malerbologia, organizzate ed mescolate al fine di ottenere tecnologie di gestione delle malerbe economicamente convenienti e a basso impatto ambientale. 

Ricerca per Tag: Malerbologia

Nessun articolo disponibile per questo tag.