Vit.En

Messa a dimora barbatelle

Messa a dimora delle barbatelle

Tradizionalmente fatta a mano nelle due varianti a radice corta e a radice lunga. Quest’ultima è molto più laboriosa e costosa, ma sicuramente favorevole ad una più rapida ripresa delle piantine come si può leggere nell'articolo "Barbatelle: messa a dimora con radice lunga o corta?". L’impianto a macchina, dove possibile, è velocissimo. L’impianto delle barbatelle può anche essere fatto tramite getto d’acqua.

Ricerca per Tag: Messa a dimora barbatelle

Barbatelle:messa a dimora con radice lunga o corta?

di Simone Lavezzaro, Silvia Guidoni, Albino Morandoda Informatore Agrario numero 44 / 2007Nel caso di impianto manuale, la messa a dimora in buca con radice lunga, anche se più costosa, consente una ripresa iniziale decisamente migliore [...]

Il trapianto meccanico assicura omogeneità

Di Claudio Corradi L'articolo, pubblicato su Vitenda 2016, confronta la messa a dimora delle barbatelle a mano o con la trapiantatrice, anche GPS, illustrando pro e contro delle due procedure e varie considerazioni a carattere tecnico-economico.

Messa a dimora delle viti

Riccardo Castaldi Da Millevigne (3) 2016 Sono tanti i modi per la messa a dimora in campo delle barbatelle: a macchina con trapiantatrici, a mano in buca o trincea, con diversi tipi di forcella.