Vit.En

2010-

Cavazzani Nereo

(1922 – 2010) Enologo di origini trentine si diplomò all’Istituto di Conegliano poiché quello di S. Michele fu operativo solo dagli anni ’60. Nel 1957 fu proposto dal padre, produttore vinicolo, ai cooperatori che cercavano una sede centrale d'imbottigliamento per i vini delle Cantine Sociali di zona. Fu così che nacque Cavit di cui Nereo mantenne la direzione tecnica per dieci anni affiancato nell’amministrazione dal fratello Tito. A lui si deve l'introduzione della costosa, ma efficace, tecnica dell'imbottigliamento sterile a freddo e l’invenzione del «Brut - Metodo Cavazzani Lungo». Condusse studi di biologia vinicola, basti ricordare il volume letto e tradotto in tanti paesi “Come fare un ottimo spumante”.

Ricerca per Tag: 2010-

Un addio

Andrea Cappelli Da Millevigne n. 2 del 2013 un ricordo di Franco Biondi Santi a seguito della sua scomparsa.

In ricordo della prof.ssa Annamaria Vercesi

Annamaria Vercesi lascia nei suoi colleghi e in tutti coloro che l’hanno conosciuta un profondo vuoto e la memoria di un grande entusiasmo, rigore scientifico e passione per il compito che ha svolto cercando sempre la verità. [...]

"Vignaiolo indipendente": mestiere difficile e fiero

Di N. Regazzoni Da Millevigne, 2, 2015 Il titolare dell'azienda "Les Cretes" di Aymaville (AO) e presidente della Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti presenta pro e contro delle imprese che coltivano le proprie vigne, imbottigliano e [...]